Che calcio è successo nella 30a giornata?

48
ROMA 5/01/2020 ROMA TORINO NELLA FOTO: FONSECA Foto Claudio Pasquazi

Serie A, la 30 a giornata delle Big: Milan a valanga sulla Lazio! Allungo della
Juventus nel derby casalingo, ora è +7. vittoriose Napoli e Atalanta, male Inter e
Roma: Fine dei sogni?

La 30 a giornata di serie A è terminata con alcune conferme e diversi colpi di scena:
La Juventus si porta agevolmente a casa il derby della Mole (4-1), confermando la
sensazione di una migliore tenuta fisica rispetto alla ripresa del campionato; Sarri
però perde De Ligt e Dybala (il migliore in campo contro il Torino) per somma di
ammonizioni: I due salteranno la sfida con il Milan di Pioli.

Milan che ha obliterato la Lazio di Simone Inzaghi (3-0), pur senza Immobile e
Caicedo, e che spera di ripetersi contro i bianconeri.

La Lazio, che ora si trova a -7 dalla capolista Juventus, si appresta ad affrontare il
Lecce, consapevole di non poter più sbagliare se vuole rimanere in corsa fino allo
scontro diretto, per provare a concretizzare il sogno scudetto.

L’Atalanta ha un passo differente dalle altre squadre e nonostante sia fuori dalla lotta
scudetto, continua ad inanellare prestazioni di alto livello, con un’intensità di gioco
fuori dal comune. La vittoria con il Cagliari (in dieci dopo i primi 20 minuti) non sarà
stata spettacolare, ma rappresenta perfettamente lo spirito indomito dei ragazzi di
Gasperini.

Il Napoli di Gattuso torna a vincere (2-1) e convincere, contro una Roma in crisi,
seppur più solida rispetto alle ultime uscite. I giallorossi sembrano aver perso la
propria identità di gioco e aspettano, a questo punto, di finire il campionato nel
migliore dei modi per provare a ricostruire (anche dal punto di vista societario) ciò
che si è inevitabilmente incrinato negli ultimi mesi.

Anche l’Inter di Conte sta attraversando un periodo no dal punto di vista dei risultati,
nonostante – a differenza della Roma- abbia ipotecato un posto in Champions League
per la prossima stagione. Forse proprio la carenza di stimoli e di obiettivi concreti da
raggiungere nella stagione in corso sono la causa delle ultime prestazioni sufficienti,
da parte dei neroazzurri. L’Europa League, che ripartirà in Agosto, potrebbe essere il
palcoscenico ideale per rivedere una Inter affamata e grintosa.

SHARE