Congresso UEFA, Ceferin : “Il nostro successo sviluppa il calcio in tutto il continente”

109

foto UEFA

Ad Amsterdam al 44° congresso della Uefa il Presidente Aleksander Čeferin ha presenziato il congresso di questa mattina con un vigoroso e importante discorso. Inizia la sua presentazione sottolineando quello che la UEFA ha fatto nell’ultimo anno : aumento delle entrate del 38% in  una sola  stagione.

Ha sottolineato il vantaggio di questo risultato che porta al ridistribuire le somme record, dando  il 50% di denaro in più alle  squadre  che partecipano alle composizioni. Tanti sono i risultati raggiunti dalla UEFA ed è con orgoglio che il Pres. Ceferin sottolinei le 26 milioni di partite organizzate ogni anno in Europa. Si hanno circa 20 milioni di giocatori, più di 160,000  arbitri qualificati in Europa, 144,000  club amatoriali e 1,800 professionisti.

Ceferin ribadisce anche da dove proviene tutto questo successo : “Il pubblico televisivo totale cumulativo per un mese di UEFA è più di 30 volte quello del Super Bowl americano. La finale di UEFA Champions League è l’evento annuale di club di calcio più visto al mondo. Il pubblico globale cumulativo per tutte le partite organizzate dall’UEFA nell’arco di un ciclo triennale è di quasi 13 miliardi.” e ancora : “Solo EURO 2020 sarà assistito da oltre 5 miliardi di persone   quest’estate. Tre milioni di persone avranno la fortuna di assistere alle partite di EURO 2020 in diretta nei vari stadi.”

“Nell’attuale ciclo quadriennale, dal 2016 al 2020, l’UEFA avrà generato più di 15 miliardi di dollari di entrate – più del doppio dei 6,6 miliardi di dollari circa che la FIFA farà nello stesso periodo, e il doppio di quanto il CIO è in grado di generare nello stesso ciclo.”

Probabilmente sembra paradossale o anche un po’ provocatorio dopo tutte le cifre che Ceferin menziona, ma è la realtà.

“Se il nostro successo ci permette di sviluppare il calcio in tutto il continente,  come facciamo con  l’87%  del nostro reddito  ridistribuito in tutto il calcio europeo, possiamo essere orgogliosi. Se il nostro successo ci permette di dare alle ragazze e ai ragazzi di tutti i ceti sociali, di ogni  estrazione etnica, sociale e religiosa,  la possibilità di giocare a  calcio nelle migliori condizioni  possibili, allora  possiamo essere orgogliosi. Se il nostro successo ci permette di raddoppiare il bilancio della Fondazione UEFA per l’infanzia, come abbiamo fatto l’anno scorso, un fondo in tal modo circa 250  società di incarico di ONG in tutto il mondo, a beneficio di quasi un  milione di bambini svantaggiati,  allora possiamo essere orgogliosi. Se il nostro successo ci permette di finanziare programmi solidarity per le associazioni nazionali più svantaggiate al di fuori dell’Europa, possiamo  anche essere orgogliosi. Vorrei rendere omaggio alla straordinaria performance di Stéphanie Frappart nella Super Cup dell’ultimo summer. Era la scelta giusta e ha dimostrato di poterlo fare.”

Ceferin parla della storia e del futuro : “Se il nostro successo ci permette di anticipare il futuro, di ridurre la nostra dipendenza dai diritti televisivi, che attualmente rappresentano l’86% delle nostre entrate,  lanciando una  piattaforma di streaming online che offre al maggior numero possibile di fan  in tutto il mondo l’accesso gratuito a una qualsiasi delle nostre competizioni, possiamo essere orgogliosi. Se il nostro successo ci permette di investire ingenti somme nel calcio femminile, possiamo essere orgogliosi. Tra poco più di un anno, l’Inghilterra sarà host Donna EURO 2021. Non dobbiamo sprecare questa opportunità. Dobbiamo fare di questa competizione un punto di riferimento, un momento spartiacque   nello sviluppo del calcio. Per ispirare i milioni di ragazze che sognano di  essere come i migliori giocatori di domani, arbitri o allenatori. I Paesi Bassi hanno mostrato la strada in modo magnifico nel 2017, uns ha fatto la Francia la scorsa estate. Nel 2021, sarà il turno dell’Inghilterra a mostrarci che possono fare!”

Termina il suo importante discorso presentando EURO 2020 con la giusta importanza dell’evento : “Onorevoli colleghi, quando EURO 2020 prenderà il via tra meno di 100 giorni, l’ideale europeo sarà lì per tutti. Un continente unito. Un torneo di 51 partite, durante il quale la vita si fermerà per le persone provenienti da ogni paese in quanto sostengono la loro squadra  e celebrano il successo dei loro eroi. Dodici paesi, 12 città, 12 stadi, 24 squadre, milioni di tifosi, centinaia  di milioni di telespettatori. E un destino europeo.

Sarà bellissimo.

Sarà grande.

Sarà il calcio che amiamo.

Un sogno condiviso da tutti i giocatori e da tutti i  loro tifosi.

Un sogno semplice, un sogno perfetto,  un sogno d’infanzia:

per sollevare  un trofeo di 60 anni fa.

Scopo rispetto al profitto. È così semplice.”

 

 

 

SHARE