IL LIVERPOOL MERITA LA CHAMPIONS. KLOPP ANNULLA MESSI. IL FUOCO DELL’ANFIELD FA 4-0

159

LIVERPOOL (FLASHSPORT.EU) – Un sogno? No, è successo per davvero! Senza Firmino e Salah, ribaltando il 3-0 rimediato a Barcellona, il Liverpool va in finale di Champions League. L’Anfield ha vissuto un sogno, un sogno a occhi aperti. Sembrava tutto perso, dopo i 90′ di Barcellona. Ma come si suol dire, la speranza è l’ultima a morire. L’undici di Klopp vince 4-0 umiliando Messi e la compagine catalana. Per gli spagnoli si ripete lo stesso identico incubo di un anno fa, contro la Roma, quando il 4-1 dell’andata venne annullato dal 3-0 al ritorno allo stadio Olimpico.

Il fuoco, La carica e l’atmosfera unica di Anfield fanno volare la squadra di Klopp, che parte forte e ci mette soltanto 7’ a sbloccare il match. L’incursione in verticale di Henderson porta il centrocampista al tiro in area, Ter Stegen respinge sui piedi di Origi, che insacca da pochi passi. Le folate degli inglesi creano più volte scompiglio in area avversaria, i catalani dopo il ruvido impatto reagiscono e impegnano più volte Alisson, pronto sui tentativi a ripetizione di Messi, Coutinho e Jordi Alba.

Dopo i primi 45′ Klopp fa il miracolo. Esce Robertson, colpito in malo modo ed entra Wijnaldum. L’ex Newcastle fa impazzire i Reds e chiunque ami il calcio. Va a segno due volte nel giro di 120 secondi : al 54’ sfrutta il cross di Alexander-Arnold e insacca con un rasoterra che sorprende Ter Stegen, al 56’ riceve da Shaqiri e vola in alto centrando la porta di testa. Il Barcellona si gioca le carte Arthur e Semedo, ma servono a poco. La dormita è colossale quando al 79’ Alexander-Arnold batte velocemente, come con la playstation, un corner traendo in inganno tutta la difesa spagnola, con Origi pronto a piazzarla nella porta di un incolpevole Ter Stegen.

Finisce cosi, tra gioie ed emozioni che ancora fanno tremare le mani a chi ha vissuto questa esperienza. Per la seconda volta consecutiva il Liverpool si trova in finale di Champions League a Madrid, dove il 01 Giugno cercherà di fare la storia. Ma indipendentemente da quello che succederà, la partita di ieri sera sarà ricordata negli annali della storia del calcio.

SHARE