Il Napoli zittisce i cori razzisti: vittoria e record di punti ma lo scudetto è della Juve

70

GENOVA(FLASHSPORT)-Milik entra e segna, poi raddoppia Albiol. In mezzo la sospensione della partita per tre minuti decretata dall’arbitro Gavilucci per i continui cori di discriminazione territoriale contro i napoletani. Nonostante gli avvertimenti dello spekaer, la curva doriana ha proseguito ad urlare «Vesuvio lavali con il fuoco», in campo anche il presidente Ferrero nel tentativo di calmare i propri tifosi.

Clima subito incandescente, anche Sarri ha fatto presente durante la partita al quarto uomo i continui cori razzisti contro i napoletani. Il Napoli vince 2-0 (il 14esimo colpo in trasferta), arriva a quota 88 stabilendo il record dei punti, nella serata in cui lo scudetto va alla Juve per il pari di Roma. Assoluto protagonista Milik che colpisce appena entrato al posto di uno spento Mertens, poi Albiol, segna da calcio d’angolo, ennesimo gol da palla inattiva: lo spagnolo tra i migliori con Koulibaly

IL TABELLINO

Sampdoria-Napoli 0-2

Sampdoria (4-2-3-1): Belec; Bereszynski, Ferrari, Andersen, Regini (32′ st Strinic); Linetty, Torreira, Praet; Ramirez (42′ st Alvarez); Kownacki, Caprari (24′ st Zapata). In panchina: Tozzo, Sala, Stijepovc, Strinic, Verre, Silvestre, Capezzi. All.: Giampaolo.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (35′ st Rog), Jorginho, Zielinski; Callejon (22′ st Hamsik), Mertens (25′ st Milik), Insigne. In panchina: Rafael, Sepe, Maggio, Leandrinho, Milic, Ghoulam, Diawara, Tonelli. All.: Sarri.

Arbitro: Gavilucci di Latina

Reti: 27′ st Milik, 36′ st Albiol

Note: Spettatori: paganti 2615 (38.805 euro), abbonati 16635 (168.477 euro). Partita sospesa tre minuti per cori di discriminazione territoriale. Ammoniti: Milik, Ramirez, Hamsik e Linetty. Recupero: 1′ e 6′

SHARE