Il presidente della FIFA delinea tre priorità immediate per il calcio

72

Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha delineato le sue tre priorità immediate per la FIFA per il calcio supporto durante e al di là del coronavirus in un video messaggio indirizzato specificamente alle 211 associazioni membri della FIFA e condiviso con i membri del Consiglio della FIFA. Il presidente della FIFA ha ribadito, in ordine di priorità, che la salute viene prima, che la FIFA è pronto a pro-attivamente aiutare il calcio attraverso queste circostanze eccezionali, e che un processo di consultazione in corso si sta svolgendo a prendere in considerazione l’evoluzione futura di questo sport.

“La nostra prima priorità, il nostro principio, quello che useremo per i nostri concorsi e incoraggiare tutti a seguire è che la salute viene prima”, ha detto il presidente della FIFA. “Non posso sottolineare abbastanza. Nessuna corrispondenza, nessuna competizione, nessun campionato vale la pena rischiare una sola vita umana. Tutti nel mondo dovrebbe avere molto chiaro nella loro mente. Sarebbe più irresponsabile per costringere i concorsi per la ripresa se le cose non sono sicuro al 100%. Se dobbiamo aspettare ancora un po ‘dobbiamo farlo. E ‘meglio aspettare un po’ più lungo di correre rischi.”

Infantino individuato coinvolgimento proattivo le associazioni aderenti nell’utilizzo di calcio di passare importante messaggistica salute e la condivisione nelle rispettive comunità in questo momento difficile. “Questo è ciò che il calcio e il lavoro di squadra è tutto”, ha detto, “e dobbiamo continuare così”.

“(Per) il fondo di soccorso di emergenza … grazie al lavoro che abbiamo fatto insieme in FIFA nel corso degli ultimi quattro anni, siamo oggi in una forte situazione finanziaria”, il presidente della FIFA ha continuato. “FIFA gode di una buona reputazione sui mercati finanziari … Questo ci ha permesso di consolidare una solida base con grandi riserve. Ma le nostre riserve non sono i soldi della FIFA. Si tratta di soldi del calcio. Così, quando il calcio è nel bisogno, dobbiamo pensare che cosa possiamo fare per aiutare … E ‘nostra responsabilità e il nostro dovere “.

Il presidente della FIFA ha dichiarato che un processo di consultazione è già in corso per valutare l’impatto finanziario attraverso il calcio al fine di preparare la risposta giusta basata su un fondo con una struttura di governance indipendente. “Dovete sapere che noi saremo lì e troveremo insieme le soluzioni,” ha detto. “Non sarai mai sola … (e) il mondo saprà dove va il denaro e, cosa altrettanto importante, perché il denaro va là”.

Ma al fine di alleviare i problemi finanziari immediati, il presidente della FIFA ha dichiarato che, fatta salva l’approvazione commissione competente, la seconda parte della associazione membro costi operativi dal Forward programma FIFA a causa entro la fine dell’anno essere pagata in anticipo. Infantino ha aggiunto che, date le circostanze eccezionali, ha chiesto che il requisito per l’adempimento dei criteri aggiuntivi essere revocato per entrambi 2019 e il 2020 in modo che l’intero importo da pagare a tutte le associazioni aderenti.

“Se il calcio riesce ad avere una discussione in cui contribuisce tutti positivamente, e mantiene in mente l’interesse mondiale su quella individuale, sono convinto il nostro futuro può essere migliore di nostro passato, e saremo meglio preparati per i tempi a venire”.

Infantino ha ringraziato l’Ufficio dei membri del Consiglio e dei presidenti di tutte le confederazioni per l’unità e la solidarietà dimostrata in questo momento, e che tale approccio contribuirà prosperare il calcio al di là del coronavirus. Con un occhio al futuro, il presidente della FIFA ha aggiunto che il giusto equilibrio deve essere trovato per proteggere sia squadra nazionale e squadra di calcio in relazione al calendario degli incontri internazionali, che la flessibilità e buon senso deve prevalere in relazione ai contratti e trasferimento dei calciatori Windows da un punto di vista giuridico, e che le analisi necessarie saranno condotte da associazioni di aiuto membro, attraverso il fondo di soccorso di emergenza.

Anche se i processi di consultazione tradizionali sono stati fermati a causa delle restrizioni di viaggio che sono stati imposti in relazione al coronavirus, il presidente della FIFA ha chiesto associazioni aderenti “al lavoro con la tecnologia disponibile a impegnarsi di più, per parlare delle sfide comuni che ci attendono, e a pensare al futuro”.

“Sono convinto di calcio avrà un ruolo chiave per riportare la gente insieme quando è sicuro di giocare ancora e stare con i nostri amici e le famiglie in grandi gruppi”, ha concluso. “Prepariamoci per quel momento … FIFA è con te in questi tempi difficili, e, insieme, vinceremo!”

SHARE