IMMOBILE AL MILAN? NON OFFENDETE L’INTELLIGENZA!

2364

ROMA (FLASHSPORT.EU) – “Ho fatto 41 gol e ci sta che il mio nome venga accostato a qualche squadra”, queste le parole rilasciate da Ciro Immobile capo-cannoniere dell’ultima stagione di Serie A e attaccante della Lazio in occasione del premio ricevuto ieri a Torre Annunziata.

Poche ore fa, come riporta il sito di Gianluca Di Marzio, ci sarebbe stato un pranzo tra  L’agente di Immobile e il direttore sportivo del Milan Massimiliano Mirabelli. L’interesse dei rossoneri nei suoi confronti non è certo un mistero e va avanti dall’anno scorso, da quando il Milan sta cercando un attaccante. Addirittura Immobile avrebbe (condizionale d’obbligo) dato il suo Si al Milan. La sua convinzione deriva dall’offerta contrattuale che il Club cinese ha offerto all’attaccante napoletano, superiore rispetto all’attuale accordo che lo lega alla Lazio.

E’ normale domandarsi : Perchè? Perchè queste Voci? Perchè si deve sempre elevare una squadra (adesso il Milan dopo i fatti della Uefa) e destabilizzare un ambiente come quello della Lazio? Come è possibile che ci sarebbe stato questo incontro, dopo che lo stesso Immobile ha dichiarato che alla Lazio sta bene e che non vede l’ora di iniziare una nuova avventura, soprattutto con l’Europa League?

A proposito, il Milan fino a prova contraria è stato escluso dall’Europa. Immobile andrebbe al Milan solo per soldi? 

Non crediamo che Lotito e Tare lascino partire un loro ‘pupillo’ e lo stesso Immobile, decida di andare in una squadra che frenerebbe la sua carriera vista l’esclusione inflitta dalla Uefa. 

Risulterebbe anche strana l’intervista che Immobile ha rilasciato a Sky proprio nella giornata di ieri : “Sono orgoglioso di quanto fatto quest’anno e ricevere riconoscimenti fa sempre piacere, soprattutto nella mia città. Ringrazio il sindaco e tutti gli assessori per la targa, mi piace stare in mezzo alla storia di Torre Annunziata. Le partite a tennis e paddle con Inzaghi? Il mister è forte, gioca bene a tennis e a paddle ancora di più. Abbiamo sudato un po’, bisogna farlo perché l’estate è stata lunga, non vedo l’ora di iniziare la preparazione quindi mi sono tenuto in forma. Mercato? Sto giocando a paddle, quindi sono tranquillissimo. Poi è ovvio, ho fatto 41 gol stagionali e ci sta che il mio nome venga accostato a qualche squadra. Io rimango sereno, mi godo questi ultimi giorni di vacanza e non vedo l’ora di ricominciare”.

Capiamo che il Milan ha bisogno di veder risollevato il proprio nome, ma Vi preghiamo di non offendere l’intelligenza di chi segue il calcio, degli addetti ai lavori, perchè ‘dicerie’ su ‘accordi’ fantomatici o presunti, minano la credibilità dell’intero mondo calcistico, anzi di quello italiano.

SHARE