INTER, ICARDI NON RINNOVERA’

214

MILANO (FLASHSPORT.EU) – Da una tv argentina, TycSports, ecco la notizia-bomba del mercato interista: Mauro Icardi non rinnoverà il contratto con l‘Inter, in scadenza il 30 giugno 2021. Secondo tale fonte, Wanda Naraavrebbe comunicato la decisione al club dopo l’ultimo vertice, infruttuoso, riguardo al nuovo contratto. Una posizione che è (sarebbe) la via per accordarsi con un grande club europeo che, non da oggi, è sulle piste del capitano interista. Nell’ordine: Real Madrid e Chelsea. Un poco distante, la Juventus.

Siamo alle solite? Beh, nel giorno del ritardo, della multa, del chiarimento e di un connubio Inter-Icardi che da tre anni è in discussione, fermo restando che è un connubio che rimane, l’indiscrezione argentina fa un po’ parte del gioco, o del gioco delle parti. Il preludio a ua trattativa che si trascina da mesi e che ora, con l’avvento di Beppe Marotta, ha altre basi o comunque un interlocutore abituato a trattative di altissimo profilo tecnico-economico come accadeva alla Juventus. Prendiamo atto e registriamo la voce argentina come tale. Senza volerla inserire nelle verità assolute o nelle decisioni senza possibilità di appello.

WANDA NARA: “ACCORDO MOLTO DIFFICILE”

“Al momento attuale il rinnovo di Icardi con l’Inter è molto lontano dal concretizzarsi. Ci sono club molti importanti interessati a Mauro e per questo siamo molto lontani da un accordo”. Parole all’edizione argentina del giornale sportivo madrileno ‘As’ di Wanda Nara, che sta affrontando la vicenda contrattuale del marito. “Le cifre di cui si è parlato in Italia non sono esatte – aggiunge Wanda Nara – e a noi ancora non è arrivata una proposta soddisfacente”.
‘As’ scrive anche che l’offerta fatta dall’Inter è di 7 milioni all’anno, mentre l’emittente argentina TyC Sports sempre oggi ha affermato che il bomber non rimarrà all’Inter. “Non nego che, in qualsiasi momento, si possa trovare un punto d’incontro – ha detto ancora la moglie di Icardi ad ‘As’ -, però ribadisco che ora siamo molto lontani. Non è logico rinnovare per la stessa cifra che Mauro guadagna adesso, perché crediamo che sia arrivato a un livello superiore. E poi abbiamo ottimi rapporti con due grandi club di Spagna che sono molto interessati a Mauro”.

SHARE