LE PAGELLE DI LAZIO-ATALANTA. WALLACE REGALA LA CHAMPIONS A GASPERINI. LA LAZIO FUORI DA TUTTO

151

Pagelle Lazio-Atalanta 1-3 :

Strakosha : 5,5. Interrompe il riscaldamento anzitempo, ma Inzaghi lo schiera comunque titolare. Incolpevole sul gol di Zapata, ma fa un mega paratone al 46° su Ilicic. Ringrazia Wallace per i tre gol incassati.

Wallace : 3. Nel momento migliore dei suoi, ci mette il solito zampino per rovinare tutto. Un rinvio da calcio parrocchiale in area di rigore, permette a Zapata di segnare con molta calma davanti ad un incolpevole Strakosha. Si perde Ilicic continuamente e da il meglio di se al 58° quando permette un gol fotocopia a Castagne su un rinvio a dir poco sconsiderato. Si perde anche Djimsiti al 31° che fa l’1-3. Voto 3 come i gol che ha fatto prendere.

Acerbi : 5,5. Anche il miglior Acerbi non può nulla se al suo fianco ha un giocatore di nome Wallace.

Bastos : 6. Un Leone! Cresciuto tantissimo nel girone di ritorno, dimostra anche oggi di essere giusto nel momento giusto. Ripara a tutti gli errori dell’ormai certificato Marusic e cerca anche di avanzare quando Acerbi arretra. Esce per Pedro Neto, dimostrando la confusione di Inzaghi nel gestire questo finale di stagione.

Romulo : 6. Conferme! La fascia destra è passata definitivamente a lui. Ottima la preparazione su ogni singola azione. Cerca di saltare l’uomo con continuità e come è successo a Genova, ottima la collaborazione con Parolo. Peccato che ha come compagno Wallace.

Parolo : 6,5. Segna il più improbabile ; Segna a 3 minuti dal fischio d’inizio, come Caicedo contro la Samp di domenica scorsa ; Segna il giocatore che ci mette sempre la faccia, colui che si sobbarca di responsabilità ogni qual volta ci sia una prestazione sottotono. Peccato per il risultato finale. Se sapeva che Wallace doveva giocare titolare, se ne sarebbe andato in montagna.

Leiva : 5,5. Fresco di rinnovo fino al 2022, fa la sua peggior prestazione da inizio campionato. Soffre molto al centrocampo anche perché cerca di arretrare spesso visto l’insufficienza di Wallace in difesa.

Luis Alberto : 5. Manca un aggancio incredibile al 12° su un lancio perfetto di Wallace. A tu per tu con Gollini, lascia sfilare fuori. Sottotono per tutta la durata del Match. Completa l’addio alla Champions grazie a Wallace.

Marusic : 4,5. Gioca in una formazione e posizione insolita per lui. Il suo posto preso da Romulo, convince Inzaghi a spostarlo sulla corsia opposta. Ma non cambia la sostanza ; soliti errori sia di possesso palla, sia nel saltare l’uomo. Il secondo Peggiore in campo dopo Wallace.

Caicedo : 6. Viene inspiegabilmente sostituito al 54° tra lo stupore di tutto lo stadio. Tanta forza li davanti per un tempo intero. Crede (solo lui) alle giocate di Immobile, ma purtroppo non viene corrisposto.

Immobile : 5. Una copia delle ultime giornate. Non va! Ci prova e ri-prova, non mettiamo in dubbio la buona fede, ma ormai i dubbi cominciano a fare una certezza. Prende palla e non vede più nessuno.

Correa : 5,5. Tanta confusione di Inzaghi nel gestire la sua panchina. Lo fa entrare al posto di un buon Caicedo, lasciando Immobile per 90 minuti in maniera a dir poco inutile. Solite giocate di classe, ma servivano prima e con alleati diversi.

Badelj : S.V. Inzaghi gli chiede il miracolo. Il miracolo doveva essere far uscire Wallace.

Neto : S.V. Inzaghi lo fa entrare solo quando il tabellone vede la Lazio uscire sconfitta. Il ragazzo cresce ma cominciamo a farci serie domande se è giusto crescere in una piazza dove fa conoscere certi giocatori non giocando mai.

Inzaghi : 4,5. Perché ancora Wallace? Inzaghi non crede in Luiz Felipe e mette il Brasiliano, che come spesso è accaduto, non sa neanche perché si trova in mezzo al campo. Fa incassare 3 gol e nonostante lo stadio lo rifiuti (fischi ogni qual volta tocca palla), Inzaghi lo tiene in campo. Grandi ed uniche responsabilità per aver mancato una Champions che era alla portata per questa Lazio. Continua a giocare con un modulo che piace solo a lui e ha fede in giocatori che non sappiamo come è possibile abbiano il tesserino da professionisti. Vince l’Atalanta, vince bene e la Lazio perde male. Lotito dice addio ai milioni della Champions, ma vista la partita di oggi e l’approccio del suo allenatore, deve sperare almeno nell’Europa League altrimenti è un fallimento totale.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 6.5; Djimsiti 7, Palomino 5.5 (Mancini 6), Masiello 6; Hateboer 6.5, De Roon 6.5, Freuler 6.5 (Pessina sv), Castagne 7; Gomez 7, Ilicic 6.5 (Pasalic 6); Zapata 6.5. All.: Gasperini 8.

SHARE