LE PAGELLE DI LAZIO – INTER

86

ROMA ( FLASHSPORT.EU) – Le pagelle Lazio – Inter 0-3

Strakosha : 5,5. Fa un paio di buone parate ma anche rinvii da partite amatoriali. Permette un calcio d’angolo da ‘mai dire gol’

Radu : 6. La sua foga agonistica basterebbe a vincere ogni gara se solo ogni giocatore usasse almeno il 10% di quella del Romeno. Non meritava questo risultato.
Acerbi : 5,5. Anche lui oggi colpevole di errori, ma non si può pretendere l’onnipresenza su ogni posizione.
Luis Felipe : 5. Regge bene i primi 20’ poi lascia Acerbi solo correndo in mezzo al campo fuori posizione.
Marisic : 5. Dal gol di Marsiglia all’ombra di stasera. Non salta l’uomo è rallenta le folate sulla fascia. Ottimo il tiro al 22’ de ST
Lulic : 5,5. Presente in ogni azione, anche nelle palle perse che permettono all’Inter di segnare.
Badelj : 4,5. Su un campo come quello di oggi è stato un rischio metterlo. Visto che anche Berisha non è al massimo era meglio giocare con Parolo centrale e cambiare modulo. Ma la colpa non è del giocatore.
Milinkovic : 4,5. Inzaghi non ne fa a meno, ma Sergej comincia ad essere irritante. Sufficiente nei passaggi e nel possesso. Sbaglia passaggi e tocchi semplici. Se non è in grado dovrebbe dirlo per il bene del gruppo.
Parolo : 5,5. Tanta legna ma senza Laiva è una sofferenza continua.
Caicedo : 6. Pochi palloni toccati ma quanto gioco fisico. Immobile lo vede poco, ma Caicedo dovrebbe giocare ogni partita.
Immobile : 5,5. Tanto, troppo nervoso. Vuole entrare palla al piede in porta, ma viene puntualmente fermato. Neanche un tiro in porta.
Cataldi : 5. Sostituisce Badelj ma si vede solo nelle punizioni. Buone le preposizioni in attacco, ma Immobile le svanisce tutte.
Correa : 6. Un giocatore così in panchina? Inzaghi dovrebbe spiegare.
Bastos : 5,5. Difende bene e si fa anche vedere in avanti accompagnando l’azione.
Inzaghi : 4,5. Perde con le grandi. Ormai è un dato di fatto. Pur di non cambiare modulo, fa giocare Badelj su un campo pesante come quello di oggi nonostante abbia problemi. Tiene Correa in panchina e lo fa entrare sullo 0-2 quando ormai i giochi sono fatti. Un giocatore che gioca la palla, veloce e inventivo, preferisce tenerlo in panchina in una partita che serviva avere inventiva e intelligenza. Non vede che Milinkovic non è in partita ma resta sui suoi passi. Un miracolo a Marsiglia, un passo indietro a Roma.
Inter :Handanovic 7; Vrsaljko 6.5, Miranda 6.5, Skriniar 7, Asamoah 6; Brozovic 7, Vecino 6.5; Politano 6.5 (Keita sv), Joao Mario 6.5 (Borja Valero 6.5), Perisic 6; Icardi 8. All. Spalletti 7.

SHARE