LE PAGELLE DI LAZIO-LECCE, MILINKOVIC E’ TORNATO. IMMOBILE NON SBAGLIA E CORREA SI CONFERMA

69

Le Pagelle di Lazio-Lecce 4-2 : 

Strakosha 8 : Mette il suo sul gol di Lapadula. Un portiere attento esce e controlla i giocatori che ha vicino. Incassa il pareggio più per i suoi demeriti che per la qualità del tiro dell’attaccante Giallorosso. Fa un miracolo su Babacar al 50° che equivale ad un gol. Para il rigore su Babacar e anche se Lapadula segna, il Var lo annulla. Si supera al 95° con un’altra parata strepitosa.

Patric 6 : Si prende il posto destinato a Bastos. Giocatore che non ha molta tecnica, ma tanto spirito di sacrificio. Riesce a bloccare Babacar ogni qual volta che entra nel suo raggio d’azione. Si guadagna la sufficienza e vista la prestazione odierna si merita la riconferma.

Luiz Felipe 6 : Prende il posto di Acerbi, ma non ha la sua stessa attenzione. Si perde Lapadulada solo davanti a Strakosha, che però spara alto. Soffre il centro, forse è meglio gestire il suo gioco dove è iniziato.

Acerbi 7 : Non gioca nel suo posto d’origine ma a sinistra lasciando a Luiz Felipe il centro area. Mancuso si trova al centro area da solo, deve tornare lui ma non fa in tempo. Spara alto. Altro errore insieme a Luiz Felipe che lasciano Lapadula solo dedicandosi a Babacar al 33°. Nel ST molto più avanzato e si vede subito il cambio di tendenza, visto che dal suo piede parte un contante cross nell’area di rigore, come l’assist per Milinkovic che segna il 2-1.

Lazzari 6.5 : A differenza delle ultime partite, viene impegnato molto sulla sua fascia. Gioca molto con Patric e Milinkovic. Affonda con facilità ma non riesce a piazzare un cross che possa impensierire la difesa avversaria.

Milinkovic 7.5 : Spara alto al 13° davanti a Ferreira dopo che si è liberato benissimo. Lazzari lo vede con frequenza e cerca di metterlo in gioco ogni qual volta che la difesa Giallorossa si alza. Nel momento peggiore dove la Lazio attacca e non concretizza, ci pensa lui a mettere la zampata su assist di Acerbi e portare i suoi in vantaggio. L’arbitro concede un rigore assurdo, parato però da Strakosha. Si guadagna un Rigore al 75° concesso dal guardalinee dopo una bellissima azione in profondità.

Leiva 5.5 : Commette un fallo ingenuo al 22° a limite dell’area. Non è al 100%, è chiaro, ma Inzaghi gli dice di far legna in mezzo al campo e nonostante alcune defezioni, riesce a mettere sempre in gioco il reparto avanzato. Non sta bene e lascia il campo a Cataldi.

Luis Alberto 7 : I migliori palloni li ha lui. Ci prova da fuori area e da Calcio d’angolo, per ben 4 volte. Il solito assist-man come a Milano per Correa il quale non sbaglia l’1-0. Si mangia un gol pazzesco al 42° a 10 metri dalla porta spalancata del Lecce. Tanti tiri verso la porta, ma ottime giocate. Cala nel ST con l’avanzata di Milinkovic, ma quant’è importante…

Lulic 6.5 : La solita spinta. Ci prova anche lui di testa al 25° da calcio d’angolo, di poco sopra la traversa. Abbandona Lapadula al 39° da solo in area su calcio d’angolo il quale segna il momentaneo pareggio. Soffre molto nella ripresa, stanco, eppure riesce a reggere la sua fascia.

Correa 8 : Rientra dopo il match contro il Celtic. Fa vedere tutto il suo repertorio nei primi 15 minuti. Bellissimo il gol al 30° dopo l’assist di Luis Alberto. Cambia tutto anche per lui dopo l’uscita di Leiva. Milinkovic alzandosi, da la possibilità all’attacco di salire con più frequenza. Dopo l’uno due con Immobile, fa un gol di rabbia per il 4-1. Si è definitivamente sbloccato!

Immobile 7.5 : Festeggiato come miglior calciatore nel mese di Ottobre da parte della Lega Serie A e per i 100 gol raggiunti contro il Milan. Impatta su una difesa, quella leccese, formata da 8 giocatori. Ha difficoltà a girarsi e ogni volta che prende palla è costretto a giocarla indietro. Meglio nel ST con l’entrata di Cataldi. Milinkovic è più vicino ed è proprio lui che si guadagna un Rigore che Ciro Nazionale non sbaglia. Non sbaglia nulla e dopo aver ricevuto palla da Correa, contraccambia e il Tucu segna il 4-1

Cataldi 7 : Alza l’asticella del centrocampo e grazie al suo gioco, Milinkovic è più libero di impostare. Infatti segna lui il 2-1. Cambia la partita da li in avanti. Milinkovic fa come vuole e lui glielo permette ; ottime verticalizzazioni e una di queste fa guadagnare il rigore Al Serbo che Immobile non sbaglia.

Bastos 5.5 : Tocca una sola palla, fa un solo rinvio che mette in moto Correa-Immobile-Correa ed ecco il 4-1. Non chiude 5 minuti dopo su Lamantia che segna il 2-4

Berisha 5 : Inzaghi lo vuole ‘riprendere’, ma appena entrato fa due errori clamorosi. Sempre più lontano da questa Lazio.

Inzaghi 7 : Dopo la disfatta in Europa League, cambia formazione, inserendo Patric, Luis Alberto e Correa dal 1° minuto. Sposta Acerbi a sinistra e mette Luiz Felipe centrale. Non una mossa azzeccata visto che entrambi i giocatori hanno difficoltà a coordinarsi lasciando spesso Lapadula e Babacar senza marcatura. Bene a sostituire Leiva e grazie questa mossa, la partita cambia. Si prende 3 punti fondamentali in una partita difficile e di sofferenza nell’area avversaria. Berisha non è da Lazio.

LECCE (4-3-1-2): Gabriel 5.5; Meccariello 5.5 (85’ Rispoli sv), Rossettini 6, Lucioni 6, Calderoni 5; Majer 5.5 (70’ Shakhov 6), Tachtsidis 5.5, Petriccione 6; Mancosu 5.5; Lapadula 6, Babacar 5.5 (71’ La Mantia 6). All.: Fabio Liverani 5.5.

Foto Claudio Pasquazi

SHARE