LE PAGELLE DI LAZIO-SASSUOLO. UN PUNTO TRA SPAL E SASSUOLO DICE (FORSE) ADDIO ALLA CHAMPIONS

387

Lazio-Sassuolo : 2-2

Strakosha : 5,5. Inoperoso per tutta la partita. Poteva fare qualcosa sul primo gol, ma nulla sul secondo.

Acerbi : 6. Inizia subito forte, gran colpo di testa al 4°, ma Consigli gli dice no. Inzaghi gli dice di salire nel ST, e il centrocampo acquista un saltatore in più. Il gol preso all’89° è una disfatta per aver ubbidito troppo ad Inzaghi.

Patric : 5,5. Nonostante l’errore contro lo Spal che è costata la sconfitta alla Lazio, Inzaghi si affida di nuovo a lui. PT lento e forse troppo in paura, ma nella ripresa guadagna un importante rigore con un cross che prende in pieno il braccio di Locatelli. Pochi  minuti dopo ecco il solito errore, complice l’intero reparto difensivo, ed è 1-1. Tanti cross (inutili).

Radu : 6. Uno dei più anziani in campo, eppure è quello che ha recuperato più palloni di tutti.

Marusic : 6. Una sfida continua con Da Silva, che lo marca da vicino. Ottima la collaborazione con Parolo che lo sostiene da vicino dando sostanza ogni qual volta che ci si avvicina all’area avversaria. Cala vistosamente nella ripresa.

Parolo : 6. Il solito diesel. Sembra che in campo non c’è, eppure quanto lavoro dietro le quinte. Esce per Milinkovic, quando invece era più saggio far uscire Badelj.

Badelj : 4. Viene preferito a Leiva diffidato, ma che brutta partita! Tanti errori, pochi passaggi centrati e tanto nervosismo. Per mesi ha preteso di giocare titolare, forse Inzaghi aveva ragione. Diffidato, salta la prossima.

Luis Alberto : 6. Tanta sostanza a supporto di Lulic e Badelj, ma troppe sono le volte che rallenta il gioco sull’ultimo tocco. Non riesce a battere un calcio d’angolo che impensierisca la difesa neroverde.

Lulic : 6,5. Non riesce a fare 3 partite in 7 giorni. Lo spirito e la voglia ci sono, ma il fisico no. Ma quanto ci crede?? Segna al 95° per un pareggio che forse serve ben poco per la corsa alla Champions

Caicedo : 6. Immobile non si muove, e allora ci pensa lui. Si muove tantissimo, sbraccia e con prepotenza viene a prendersi palla anche a centrocampo. Purtroppo però non basta per una squadra che ha come obiettivo il 4° posto.

Immobile : 6. Si sblocca su Rigore all’inizio del ST, ma che sofferenza. Nel PT fallo da rigore palese all’8°. Abisso chiama il Var, ma Manganiello dice che è tutto regolare. Il palo al 34° è la fotografia che sembra girare tutto storto per l’attaccante napoletano. Toppe volte in fuorigioco. Sbagliare un gol al 76° a porta vuota, da dell’incredibile. Al tabellino finale un gol e un assist

Correa : 6. Entra per spezzare la difesa del Sassuolo, e ci riesce. Immobile fa svanire ogni suo tocco.

Milinkovic : 6. Viene risparmiato perché è l’ennesimo diffidato ; entra nel ST e si fa subito vedere con un perfetto colpo di testa ma Consigli manda in angolo.

Leiva : 6. Pochi minuti, ma tanta sostanza.

Inzaghi : 5,5. Il suo pensiero erano i diffidati e si affida ancora a Patric, Badelj, Marusic e Parolo. Forse troppo conservatore e presuntuoso. Il Sassuolo con due azioni ha capovolto un gioco sterile e troppo macchinoso. Pareggia Lulic, ma un punto (tra Spal e Sassuolo) serve ben poco per la Champions.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 7; Demiral 5.5, Magnani 6.5, Peluso 6.5; Lirola 6.5, Locatelli 5.5 (Manganelli 6), Sensi 6.5, Duncan 6.5 (Bourabia sv), Rogerio 7; Boga 6.5, Matri 5.5 (Berardi 7). All. De Zerbi 7.

SHARE