LE PAGELLE DI SIVIGLIA-LAZIO. SE NON TIRI IN PORTA NON SEGNI. GAME OVER SULL’EUROPA LEAGUE

547

Le pagelle di Siviglia-Lazio : 2-0 (3-0)

Strakosha : 5. Ennesimo errore come per il 2-1 del Genoa. Fa ottime parate ma poi si addormenta sul più bello e fa pagare ad un’intera squadra la sua scarsa attenzione. Un Portiere che non esce mai e che quest’anno è palesemente responsabile di tanti gol. Grigioni, il miglior preparatore di portieri in Italia, deve correre ai ripari, Anche lui sta perdendo consensi allenando un portiere cosi alternante. Il 2-0 entra in porta senza neanche capire il perché.

Acerbi : 6,5. Ma che gol si è mangiato al 55’? Gioca il 60% della partita in attacco ed è proprio lui il più pericoloso. Non merita questi risultati per l’impegno e la professionalità che mette in campo in ogni partita.

Radu : 5,5. Solita partita di sacrificio, ma che responsabilità sul 2-0. Collabora bene con Acerbi che lo lascia in difesa quando parte in avanti.

Patric : 5,5. Il più limitato in campo sotto l’aspetto tecnico, ma tanto tanto cuore. Il ragazzo si spende per la causa. Esce per Correa e la Lazio si mette a quattro. Esce arrabbiato per la sostituzione, brutto gesto.

Lulic : . 5. Era rigorissimo, ma che sonno davanti la porta. Perché nessuna protesta? Un rigore cosi solare neanche tra principianti. Lulic, quando tiri visto che sei solo davanti al portiere? Si ripete al 67’ recuperando una palla d’oro e persa clamorosamente davanti la porta senza pensare al tiro.

Cataldi : 6. Gioca abbassandosi per poi ripartire, ma non segue il gioco dell’attacco. Da rivedere tutti i tiri piazzati, ma ormai è una consuetudine. Tanta legna a centrocampo.

Badelj : 6. Tanto equilibrio a centrocampo. Si affaccia anche in attacco ma senza incidere. Regge bene il paragone con Leiva. Peccato per il contorno.

Milinkovic : 5,5. Che errore! In Europa non sono permessi certi sbagli. Sotto la direttiva di Inzaghi viene cercato da tutti in mezzo al campo. Tanta classe e generosità, ma l’errore commesso è un macigno. Esce in vista del Milan e Roma.

Marusic : 4. Immaturo! Aveva giocato bene fino all’espulsione che poteva benissimo evitarsela visto che era in vantaggio e neanche ammonizione poteva essere fischiata. La squadra ci credeva ancor di più con l’uomo in più, ma poi il gomito di Marusic mette tutti a tacere.

Caicedo : 5,5. Protegge palla e mette in moto Immobile. Arriva al limite dell’area ma si ferma li. Deve osare sempre di più. E’ pagato per questo.

Immobile : 5,5. Ha fatto carte false per essere in campo, ma è palese che non è al 100%. Si muove tanto e insieme a Caicedo cercano di sfondare la difesa spagnola senza risultati. Un solo tiro (alto sulla traversa) ma è lo specchio di una partita iniziata male e terminata peggio.

Correa :5. ‘Mordi le caviglie agli avversari’ dice Inzaghi. Perde un ‘infinità di palloni, nessun tiro in porta e poca lucidità. Da rivedere totalmente.

Romulo : 6. La sua esperienza è fondamentale. Entra e fa buttare fuori Vasquez per doppia ammonizione. Con l’espulsione di Marusic si ferma il gioco, saltano quei pochi schemi in campo, tanto che anche lui cerca di sfondare la difesa avversaria con tiri da fuori area.

Durmisi : 4. Entra bombardato da fischi e subito dopo non riesce a bloccare una palla a centrocampo che determina il 2-0.

Inzaghi : 5. Non vedere nessuno protestare per il rigore e l’espulsione, trasmette un senso di tristezza misto a rabbia. 45’ senza nessun tiro in porta contro una squadra che ha preso gol anche dai ragazzini della parrocchia. Nella ripresa si affida a Correa ma è una delusione immane. Marusic gli rovina i sogni nel cassetto e l’inquadratura di vederlo seduto con le mani tra i capelli, è un chiaro segnale che la stagione sta prendendo una brutta piega. Tante responsabilità del tecnico messe in evidenza in questa fase. La squadra non è serena e soprattutto non è all’altezza delle competizioni che sta affrontando.

 

SIVIGLIA (3-5-2): Vaclik 7.5; Mercado 6, Kjaer 6.5, Sergi Gomez 6; Navas 5.5, Sarabia 7, Roque Mesa 6, Vazquez 5, Escudero sv (Promes 5.5); André Silva 5.5 (Amadou 6), Ben Yedder 7. All.: Machin 7

SHARE