LE PAGELLE LAZIO-TORINO. IRRATI COSA TI HANNO FATTO I BIANCOCELESTI?

506

Lazio-Torino 1-1

Strakosha : 6. Non date la palla indietro a Strakosha. Soliti rinvii e poca sicurezza con il reparto difensivo. Buona parata, ma perché continuare questo rischio?

Luiz Felipe : 6,5. Papà da poche ore cerca la conferma dopo la bellissima prestazione di Bologna. Difende attentamente e cerca anche la fase avanzata. In ombra dall’entrata di Wallace. Che salvataggio al 37’!

Acerbi : 7,5. Vittima anche lui di Irrati! Rigore netto negato. Ennesima azione che dimostra grande forza fisica e attenzione nel reparto. Merita una compagine alla sua altezza.

Radu : 5,5. Capisce subito che sarà una partita fisica. Soffre costantemente sulla fascia visto anche l’occhio di falco di Irrati che lo tiene costantemente sotto osservazione.

Marusic : 4. Come si fa a non dare un rigore cosi evidente da parte di Ansaldi? Irrati non ha un metro di misura corretto, tanto che punisce clamorosamente lo stesso Marusic al 46’ con una toccatina su Belotti. Viene espulso e lascia i compagni grazie alle sue proteste.

Parolo : 6. Si sveglia con l’entrata di Leiva. Soffre molto i movimenti di Marusic che lo mandano fuori posizione.

Milinkovic : 8. Ben(ri)tornato! Nel primo tempo Irrati gli fischia tutto contro. Se la intende in maniera perfetta con Luis Alberto, ma che sofferenza con un Irrati cosi zelante e solerte. Che rilancio!! Un gol da cineteca. Torna prepotentemente sulla cattedra dei veri campioni. Servito alla perfezione da Leiva, si inventa un missile terra/aria che batte Sirigu.

Lulic : 6,5. Premiato dal Pres. Lotito per le 300 partite in Serie A, cerca in tutti i modi di sfondare la difesa avversaria dalla fascia. Finalizza ogni azione con tanto sacrificio.

Luis Alberto : 7. Conferma le ultime prestazioni. Si intende alla meraviglia con Milinkovic, ma manca il finalizzare. Un forcing continuo, instancabile. Cresce sempre di più.

Correa : 5,5. Un gioco copia incolla. Corre si danna, ma non passa. Si porta spesso fuori il pallone e fa innervosire i compagni. Deve osare e crescere.

Immobile : 6. Che sofferenza. Non segna più. Non si può certo dire che manca d’impegno. Tanta forza e volontà, merita di essere affiancato da un altro attaccante di sostanza.

Leiva : 7. Entra e cambia la parita. Assist perfetto per Milinkovic che non sbaglia. Ammonito anche lui per un fallo inesistente, ma ormai Irrati ha una missione, e non sarà certo Leiva ad essere esonerato.

Wallace : 4. Entra e fa più danni della grandine in primavera. Un cambio senza senso.

Caicedo : SV

 

Inzaghi : 6. Lazio-Torino, un replay dello scorso campionato. Inzaghi soffre con un Irrati severo e pregiudizievole. Concede un rigore al Toro, quando su Marusic da un tocco molto più evidente di Ansaldi, da rigore netto ed espulsione, non concede neanche punizione. Grave errore la sostituzione di Correa per Wallace. Cambia la difesa mettendo un giocatore che fa perdere sostanza e forza. Partita preparata bene, ma tutto si pensava tranne che si aveva a che fare con un arbitraggio al quanto discutibile. Chiude il 2018 al 4° posto.

Torino (3-5-2): Sirigu 6; Izzo 6 (51′ Moretti 6) (83′ Lyanco S.V.), Nkoulou 6,5, Djidji 7; De Silvestri 6, Meitè 5, Rincon 6, Baselli 6 (71′ Lukic 6), Ansaldi 6; Iago Falque 6, Belotti 7. Mazzarri 6

SHARE