Messi lascia Barcellona, il follow al Manchester City

66

BARCELONA-Non torna indietro. Lionel Messi lascerà il Barcellona, la decisione è stata presa ed è irreversibile. Dopo una vita con la maglia blaugrana come seconda pelle, la Pulce ha scelta di cambiare aria, di abbracciare una nuova sfida, che sarà in Italia o in Inghilterra. Il Barcellona non ha gettato ancora la spugna, le parole del segretario tecnico Ramon Planes (“Vogliamo che Messi resti, lavoriamo per questo”) e l’incontro chiesto e ottenuto dal presidente Bartomeu con l’argentino vanno registrati come un tentativo disperato di convincere il 10 più forte al mondo di cambiare idea, ipotesi che al momento va esclusa.

CTI – La conferma arriva dall’indiscrezione di BeIN Sport secondo la quale Messi avrebbe chiesto alla Fifa un CTI, un certificato provvisorio preliminare per trasferirsi in un altro club. Vuole lasciare il Barcellona gratis secondo la clausola del suo contratto (smentita dal club, pronto ad aprire, al di là delle smentite, una battaglia legale) ed è pronto ad andare avanti per la sua strada, a forzare la mano per firmare per un nuovo club, che possa garantirgli uno stipendio di almeno 30 milioni di euro e la possibilità di giocare in Champions League.

INTER – L’Inter per il momento non si è mossa ufficialmente, ma studia la fattibilità dell’affare, consapevole che sarebbe un colpo sensazionale, uno di quelli che rimangono nella storia. Anche senza il costo del cartellino l’investimento sarebbe enorme, un aiuto per Suning, che ha comunque la forza economica per portare Leo a Milano, potrebbe arrivare dal Decreto Crescita, che garantisce incentivi fiscali per gli sportivi professionisti che si trasferiscono in Italia. Di fatto la tassazione sul reddito passerebbe dal 45% a circa il 25%.

MANCHESTER CITY – Oltre all’Inter ci sta pensando seriamente il Manchester City, che ha deciso di fare le cose sul serio. Il il Ceo del club inglese, Ferran Soriano, ha iniziato a trattare con Jorge Messi, papà del 10 dell’Albiceleste, mentre Guardiola avrebbe già telefonato al suo ex allievo. Il City è pronto a mettere sul piatto un contratto di cinque anni, tre da spendere in Premier League, e due negli Usa, al New York City, club della Major League Soccer controllato dal City Group. Messi, riporta Espn, avrebbe posto una condizione: essere allenato per tutta l’esperienza in Inghilterra da Pep, che al momento ha il contratto in scadenza nel 2021.

SHARE